Cerca

Rcs: Ben Ammar, da Della Valle inspiegabile caduta di stile

Economia

Roma, 21 apr. - (Adnkronos) - "Io non ho mai voluto attaccare Della Valle. Ho soltanto detto che sarebbe una buona idea che comprasse il Corriere della Sera. E' una cosa che ho detto gia' molto tempo fa e non in senso ironico. L'ho detto perche' lo penso. Non capisco perche' si sia cosi' offeso. Bastava dire che l'idea non e' una buona idea.". Lo dichiara Tarak Ben Ammar interpellato dall'ADNKRONOS dopo le parole del patron della Tod's che ieri aveva detto di lui che conosce il Corriere solo perche' i muratori ci fanno i cappelli. Ben Ammar, produttore cinematografico di film di Rossellini, Zeffirelli, Monicelli, De palma , Lucas, Spielberg, Polanski e Annaud, si dice "stupito e dispiaciuto per l'attacco di Della Valle" che ritiene "una caduta di stile".

Diego Della Valle e' un imprenditore che "io stimo, un grande imprenditore che rappresenta il meglio del made in Italy, un uomo che ha avuto il coraggio di finanziare il restauro dei Colosseo, uno dei monumenti simbolo del suo Paese. Un uomo del genere -dice Ben Ammar- non puo' permettersi simili cadute di stile ".

Il finanziere franco-tunisino, azionista di Mediobanca, si dice pero' convinto della necessita' di abbassare i toni ed evitare le polemiche. "Amo l'Italia -prosegue Ben Ammar- basti vedere tutti gli investimenti che ho fatto qui nel campo cinematografico-televisivo, senza dimenticare che sono stato io l'architetto dell'investimento di Murdoch in Italia con Sky. Il mio obiettivo e' sempre stato creare ricchezza. Come Della Valle che invito a riflettere".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog