Cerca

Fisco: Api Torino, piu' equita' e una nuova Irap

Economia

Torino, 21 apr. - (Adnkronos) - ''Per riprendere a crescere occorre mettere mano con decisione alla revisione dell'imposizione fiscale e, per quanto riguarda le imprese, all'Irap''. Lo ha sottolineato il presidente di Api Torino, Fabrizio Cellino che incontrando alcuni dei candidati a sindaco di Torino per discuteredel futuro delle pmi ha aggiunto: ''L'attuale sistema di imposizione fiscale, che da troppo tempo grava sulle imprese in misura rilevante, non puo' considerarsi estraneo al declino economico in cui l'Italia versa da oltre quindici anni, con ritmi di crescita assolutamente lenti e livelli di competitivita' in costante erosione sulla scena internazionale''

Per questo secondo il presidente di Api Torino ''e' assolutamente prioritario che qualunque sia il percorso di riforma che verra' intrapreso, esso contempli la riduzione del carico sulle imprese, intervenendo sulle anomalie che nel tempo hanno incrementato il divario con gli altri Paesi''. Dunque, per l'associazione che raggruppa le pmi torinesi, la riforma del fisco deve partire da tre capisaldi: equita' fiscale, lotta all'evasione e nuovo rapporto fisco-contribuenti.

Quanto all'Irap, Cellino, pur rilevando che ''non e' possibile pensare nell'immediato ad un'ipotesi di abolizione dell'imposta'', auspica ''alcune modifiche migliorative in termini di minor aggravio sulle imprese, attraverso la ridefinizione della base imponibile dell'imposta e, contestualmente, la revisione dell'aliquota. In questo modo - conclude Cellino - ci si avvicinerebbe all'obiettivo dell'equita' fiscale e, soprattutto, si inizierebbe a mettere le imprese nella condizione di lavorare meglio per riprendere la strada della crescita''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog