Cerca

Beni culturali: per la chiesa di San Nicola servono 700mila euro (2)

Cultura

(Adnkronos) - I lavori di restauro e di consolidamento della chiesa si articoleranno in due fasi. La prima delle quali sara' dedicata a alla bonifica delle murature dall'umidita' e al consolidamento delle mura lesionate o degradate. L'edificio, infatti, e' privo di coperture , pertanto l'intervento di bonifica consistera' nella realizzazione di massetti in cocciopesto sui sommitali della zona absidale, dei contrafforti, del prospetto principale, nonche' sui sottofinestra.

Verranno realizzate inoltre, per combattere l'umidita' di risalita, delle pavimentazioni in lastre di peperino, di provenienza e colore simili agli originali. All'esterno, in via preliminare, verra' effettuato uno scavo archeologico in tutte le aree intercluse dei contrafforti. Una volta raggiunto il banco lavico verranno realizzati dei drenaggi con scheggioni di cava e poste in pendenza delle lastre in peperino che permetteranno il deflusso delle acque.

Anche all'interno verra' realizzato un parziale scavo archeologico, saranno posti a protezione del subsrato antico dei teli di tessuto geotessile e verranno applicate lastre in peperino a disegno con creazione di piani di deflusso verso le aperture esistenti. Le operazioni prevedono inoltre: la localizzate le aree di distacco delle malte costitutive; l'esecuzione iniezioni con malte idrauliche speciali; la risarcitura delle lesioni sui apramenti lapidei o laterizi con la tecnica 'scuci-cuci' e la stuccatura dei giunti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog