Cerca

Commercio, vendite in stallo a febbraio. Male gli ipermercati, bene i discount

Economia

Roma, 22 apr. (Adnkronos/Ign) - Vendite al dettaglio in stallo a febbraio rispetto allo stesso mese dello scorso anno. L''indice grezzo segna infatti una variazione tendenziale nulla, mentre il dato destagionalizzato rivela un incremento pari solo allo 0,1% rispetto a gennaio. Nella media del trimestre dicembre 2010-febbraio 2011 l?indice è diminuito dello 0,1% rispetto al trimestre immediatamente precedente.

Lo rivela l'Istat spiegando che le vendite di prodotti alimentari sono aumentati, in termini tendenziali, dello 0,3% e quelle di prodotti non alimentari diminuiti dell'0,1%. Rispetto a gennaio 2011, le vendite di prodotti alimentari aumentano invece dello 0,2%, mentre quelle di prodotti non alimentari restano invariate.

Nel confronto con il mese di febbraio 2010, continua l'Istituto di ricerca, si registra una diminuzione dello 0,3% per le vendite della grande distribuzione e un aumento dello 0,1% per quelle delle imprese operanti su piccole superfici. In particolare, "nella grande distribuzione le vendite registrano una variazione positiva per i prodotti alimentari (+0,3%) e una variazione negativa per quelli non alimentari (-0,7%). Per le imprese operanti su piccole superfici si registrano incrementi sia per le vendite di alimentari (+0,4%), sia per quelle di non alimentari (+0,1%)'', rileva l'Istat. Tra gli esercizi a prevalenza alimentare il calo tendenziale più marcato (2,2%) riguarda gli ipermercati, mentre i discount di alimentari segnano un aumento dell'1,5%.

Per quanto riguarda il valore delle vendite di prodotti non alimentari, a febbraio 2011 le variazioni negative di maggiore entità riguardano Supporti magnetici, strumenti musicali (-7,0%), Elettrodomestici, radio, tv e registratori (-1,9%) e Giochi, giocattoli, sport e campeggio (-1,5%). I gruppi che registrano gli aumenti piu' sostenuti sono Prodotti farmaceutici (+1,4%) e Foto-ottica e pellicole (+1,0%)'', conclude l'Istat.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog