Cerca

Lavoro: Toscana, anche la mobilita' in deroga in accordo tra Regione e parti sociali

Economia

Firenze, 22 apr. - (Adnkronos/Labitalia) - C'e' anche la mobilita' in deroga per i lavoratori licenziati, tra le novita' dell'accordo firmato oggi fra Regione Toscana e parti sociali sugli ammortizzatori sociali per i lavoratori di aziende che non possono usufruire della normativa ordinaria o che hanno esaurito il periodo consentito dalla legge. L'intesa, che si applica dal primo maggio 2011, e' un accordo quadro proposto dall'assessore alle Attivita' produttive, Lavoro e Formazione Gianfranco Simoncini e firmato oggi dalla Regione e da tutte le sigle toscane sindacali e di categoria: Cia, Cna, Coldiretti, Confartigianato, Confcommercio, Confcooperative, Confesercenti, Confindustria, Confturismo, Lega Coop, Cgil, Cisl, Uil.

L'accordo disciplina l'erogazione della cassa integrazione e della mobilita' in deroga per gli anni 2011 e 2012. Per quanto riguarda la cassa integrazione in deroga, l'accordo ribadisce sostanzialmente quanto previsto dalla precedente intesa, compresa la possibilita' di concedere gli ammortizzatori sociali anche agli apprendisti licenziati.

La mobilita' in deroga, che non era prevista nelle precedenti intese, e' una indennita' a sostegno del reddito dei lavoratori licenziati. La Regione ha deciso di estenderla anche agli apprendisti licenziati, ai lavoratori che hanno esaurito mobilita' o disoccupazione ordinaria nel corso del biennio 2011-2012 e che maturino il diritto alla pensione nei 12 mesi successivi e, ancora, ai lavoratori che dipendono da imprese che hanno chiuso e per le quali sono in corso progetti di reindustrializzazione. Possono accedere alla mobilita' in deroga anche i lavoratori licenziati che erano stati assunti con contratti a tempo determinato o di somministrazione. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog