Cerca

Pasqua: Brambilla, fermiamo la strage di agnelli e capretti

Cronaca

Roma, 22 apr. - (Adnkronos) - "Fermiamo la strage di agnelli e capretti di cui l'Italia diventa crudele teatro in occasione della Pasqua. Ci rivolgiamo ai tanti milioni di italiani che amano gli animali e vogliono vederli rispettati affinche' non si rendano complici di questa barbarie". E' l'appello lanciato dai promotori del movimento ''La coscienza degli animali'', il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla e il professor Umberto Veronesi, insieme con le personalita' del mondo dell'industria, della cultura e dello spettacolo che hanno voluto essere i ''garanti'' del manifesto che oltre 125 mila persone hanno sottoscritto sul sito www.lacoscienzadeglianimali.it

"Si tratta -spiega il ministro- di una tradizione crudele e superata, moralmente condannabile. Occorre mettere in discussione simili consuetudini che sono sintomo di arretratezza morale e che non possono piu' trovare spazio nella nostra cultura: mangiare la carne, mangiare agnelli e capretti, e' davvero un oltraggio al mondo animale". Ogni anno finiscono sulle tavole degli italiani circa 7 milioni di agnelli e capretti, con punte elevatissime di consumo durante le festivita' pasquali e natalizie. Il primato delle macellazioni spetta a Sardegna e Lazio, seguite da Puglia, Campania e Toscana.

Convinto sostenitore della dieta vegetariana e' anche il professor Veronesi: ''Conosciamo la tragedia civile di questi poveri animali da allevamento -spiega- E quindi dobbiamo uscirne, dobbiamo diventare tutti vegetariani e lo diventeremo."

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog