Cerca

Roma: Alemanno, citta' non puo' essere un'enorme baraccopoli

Cronaca

Roma, 23 apr. - (Adnkronos) - ''Non possiamo rischiare di trasformare Roma in una gigantesca baraccopoli''. Lo ha detto a Sky Tg24 il sindaco di Roma Gianni Alemanno a proposito degli oltre 150 rom accampati nella basilica di San Paolo. ''Aggiungiamo un contributo di 500 euro al rimpatrio assistito in Romania per sottolineare la volonta' di trovare una soluzione. Questa soluzione - ha spiegato il primo cittadino - non puo' essere, come viene richiesto da molte famiglie nomadi e da associazioni varie, quella di offrire un alloggio a queste famiglie".

"Se accettassimo questa ipotesi significherebbe che a Roma arriverebbe un flusso incontenibile di persone che verrebbero qui nella convinzione di trovare una casa - prosegue - Se sommiamo i nomadi ai rifugiati, ai senza fissa dimora, ai richiedenti asilo a Roma ci sono circa 22 mila persone. Il circuito di accoglienza arriva alla meta' di queste 22 mila persone. Se diamo segnali di accoglienza indiscriminata il rischio e' di andare oltre questa cifra".

"Non possiamo cedere a una logica ricattatoria - ha concluso Alemanno - che ci porta a negare il nostro piano di nomadi e demolizione delle baracche abusive''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog