Cerca

'Mi salvi dal mobbing', le nuove richieste di preghiera ai Silvestrini

Cronaca

Roma, 23 apr. (Adnkronos) - 'Padre, mi salvi dal mobbing', 'pregate affinche' trovi un posto fisso', 'intercedete per farmi trovare marito'. Sono le nuove e originali richieste di preghiere che i fedeli di ogni parte d'Italia affidano, via e-mail, ai monaci Silvestrini del monastero San Vincenzo Martire di Bassano Romano, in provincia di Viterbo. Un servizio che i monaci stanno portando avanti da quindici anni e che registra tantissime richieste da ogni dove. Chi non vede soluzioni ai problemi e ha necessità di richieste di preghiera manda una mail ai silvestrini (preghiere@silvestrini.org) che si riuniscono in preghiera diverse volte al giorno, anche in privato, nel tentativo di dare una mano.

Pionieri dell'iniziativa, i Silvestrini nel 1996 hanno messo in piedi un sito internet e si sono visti tempestare di richieste di preghiere. Di qui la decisione di creare una pagina ed inserire sul sito le preci. La signora Annamaria, ad esempio, si è rivolta agli intraprendenti monaci di Bassano Romano chiedendo loro speciali pregiere "affinché Gesù e Maria mi facciano incontrare la persona giusta per sposarmi".

Le richieste di intercessione sono le più disparate. Non si contano le richieste di preghiere per gravi problemi di salute. Tra tutte, c'è quella di una signora mobbizzata sul lavoro. "Cari padri, - ha scritto via mail Caterina -vi chiedo di pregare per me; ci sarà un importante pronunciamento del giudice relativo al mobbing che mi riguarda. Chiediamo alla Vergine Santissima di illuminare la mente e la coscienza del giudice affinché faccia emergere e trionfare la verità sia per me che per tutte le persone che subiscono il mobbing sul posto di lavoro".

Le richieste di preghiera, come spiegano i monaci silvestrini, vengono presentate durante vespri dal vice priore del convento, don Ambrogio. "Di recente - raccontano i padri addetti al ricevimento delle e-mail - in tanti ci chiedono di intercedere per avere una grazia da papa Wojtyla". C'è poi qualche genitore preoccupato per i figli che invoca i silvestrini affinché intercedano per aiutare la conversione. "I nostri figli (Rita 16 anni e Davide 22 anni) - scrivono una madre e un padre - sono un po' lontani dalla Chiesa anche se noi come genitori siamo dei cristiani impegnati?.".

Il problema relativo al precariato occupa moltissimo i silvestrini e il gruppo di preghiera. "Vorrei che Dio ascoltasse il cuore di mia sorella e mio e che ci donasse la serenità lavorativa", ha scritto Annalisa. Al monastero di San Vincenzo Martire si prega molto anche per quei fedeli che soffrono per le separazioni. "Ho un bimbo di 4 anni - è la mail di Francesca - che soffre moltissimo a causa della imminente separazione mia e di mio marito".

"Vi chiedo -si legge nella mail- di pregare con me perché Angelo ritrovi la fede in Dio e l'amore per me. So di chiedere un miracolo, ma chi se non al Padre Nostro che è nei cieli potrei affidarmi in questo penoso momento. Io credo nell'amore infinito di Dio di cui noi facciamo parte e nel matrimonio. Non credo nella separazione".

I problemi di cuore hanno la parte del leone nelle richieste di preghiera: "cari monaci Silvestrini, - scrive via mail Lina - vi scrivo per chiedervi una preghiera per la mia situazione affettiva. Il Signore mi chiede da tempo una grande prova, che a volte credo più grande delle mie forze. Vi prego umilmente di unirvi alle mie preghiere". Anche le liti condominiali finiscono nelle nuove richieste di intercessione formulate agli operosi silvestrini: "buongiorno, cari monaci - è la mail di Dimi - vi affido le situazioni spinose che ci attanagliano: dal condominio, ai familiari ostili".

E ancora, preci vengono chieste per qualcuno che è rimasto vittima si una truffa: "preghiamo per favore per una situazione assurda in cui delle persone si sono viste sottrarre i risparmi affidati ad una persona con tanta fiducia ma stanno stentando a ritornare da mesi facendo soffrire terribilmente chi li ha affidati. Signore vieni presto in aiuto di queste persone", si legge in un'altra richiesta telematica.

Isabella ha paura del futuro. Così ha inviato la sua e-mail ai Silvestrini: "sono un fiore ma molto appassito vi chiedo di pregare per me e la mia testa che mi sta facendo vedere tutto negativo non mi fa comprendere la parola del Signore ma solo tante paure".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog