Cerca

Il Milan stende il Brescia e sente aria di scudetto.

Sport

Brescia, 23 apr. (Adnkronos) - Il Milan supera anche l'ostacolo Brescia e ipoteca lo scudetto. Al Rigamonti, i rossoneri vincono 1-0 grazie a un gol in contropiede di Robinho su assist di Cassano nella ripresa. Il brasiliano risolve una partita difficile per i rossoneri. Il Brescia cresce nella ripresa e sfiora il vantaggio con Diamanti, che centra la traversa. La squadra di Iachini esce a testa alta ma scivola sempre più in basso in classifica: per la salvezza a questo punto ci vorra' un miracolo. Per il Milan, a +8 sull'Inter e a +9 sul Napoli, il traguardo è sempre più vicino.

Cassano gioca un primo tempo di grande intensità e mette lo zampino in tutte le migliori occasioni da gol del Milan. Flamini, schierato al posto di Gattuso fermato da un infortunio, ha subito una buona chance ma il suo destro, dopo l'apertura illuminante di Cassano, termina sull'esterno della rete. Il barese si cerca spesso con Robinho e da una buona combinazione fra i due nasce la seconda occasione per il Milan: il brasiliano calcia al volo di destro ma non inquadra la porta.

Il 'diavolo' spinge a testa bassa e al 17' Cassano si trova a tu per tu con Arcari ma, sbilanciato da Zambelli, calcia di poco sul fondo. Il Brescia spezza l'assedio con due conclusioni da fuori di Eder e Diamanti che non impensieriscono Abbiati. Le 'rondinelle'però rischiano ancora grosso al 38', quando Cassano serve l'accorrente Robinho liberandolo al tiro: Arcari respinge.

Il Milan ci prova ancora con un colpo di testa di Cassano (41') che manda alto da ottima posizione e con un destro da fuori di Robinho (42') che termina sul fondo. Berardi per arginare Boateng arriva addirittura a sfilargli la maglia in area. Ma l'equilibrio regge fino al riposo. E in avvio di ripresa il Brescia spaventa il Milan con Eder: il brasiliano si gira in area, ma di sinistro manda alto.

Scampato pericolo, i rossoneri ripartono e collezionano un'altra chance per il vantaggio: Seedorf pennella per la testa di Cassano, ma stavolta la conclusione di testa del barese, tutto solo in area, è da dimenticare. Ma nella ripresa il Brescia è più volitivo e al 62' è Caracciolo ad impensierire Abbiati con un colpo di testa da distanza ravvicinata. Il duello di Robinho e Cassano con un ottimo Arcari continua, ma i rossoneri rallentano nel finale e le 'rondinelle' provano ad approfittarne.

Allegri, senza grandi alternative in attacco, punta sulla freschezza di Emanuelson che subentra a Boateng. Ma nel finale la capolista soffre e all'80' Diamanti colpisce la traversa direttamente su punizione. La squadra di Iachini ci crede ma si fa sorprendere in contropiede e il Milan punisce. Il gol che può valere lo scudetto arriva all'82': Cassano, tenuto in gioco da Zebina, mette Robinho da solo davanti ad Arcari e il brasiliano infila l'1-0. Le speranze del Brescia si spengono definitivamente all'89', quando un super Abbiati vola a deviare in corner un destro a giro di Diamanti indirizzato all'incrocio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog