Cerca

Wojtyla: card. Bagnasco, fondamentale suo magistero sui diritti umani

Cronaca

Citta' del Vaticano, 25 apr. (Adnkronos) - Il messaggio di Karol Wojtyla cui si sente piu' legato e' quello della promozione dei diritti umani nel mondo. E' quanto ha affermato il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Cei, in un'intervista alla Radio Vaticana a proposito della prossima beatificazione di Giovanni Paolo II. ''La predicazione, il magistero del Papa Giovanni Paolo II che ha portato in tutto il mondo - ha detto l'arcivescovo di Genova rispondendo alla domanda su cio' che lo lega in modo particolare a Wojtyla - legato ai diritti umani e alla dignita' di ogni uomo, che non e' assolutamente un messaggio di tipo sociologico, ma e' un messaggio teologico perche' - sempre parlando dell'uomo - il Papa ha guardato a Cristo Gesu', che rivela il vero volto di Dio e il vero volto dell'uomo. Questo Magistero ha segnato la mia formazione religiosa, sacerdotale ed episcopale, ma ha segnato anche la coscienza del mondo intero''.

Quindi Bagnasco ha sottolineato che dalla beatificazione per la Chiesa italiana arrivera' un nuovo ''slancio; un rinnovamento nello slancio missionario dell'evangelizzazione, per essere veramente sale e luce del nostro Paese. La Chiesa deve essere - secondo il mandato del suo Signore - una presenza propositiva, piena di lievito, di gioia per il bene di tutti; non certamente con il desiderio di ingerire, ma con il desiderio di servire la societa' italiana e, quindi, il bene di tutti e di ciascuno, annunciando il Vangelo e Gesu' Cristo. E questo con tutte le implicazioni che il Mistero di Cristo, annunciato e vissuto, comporta sul piano antropologico, sul piano sociale, sul piano etico naturalmente: tutti gli aspetti e gli ambiti della vita umana''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog