Cerca

Musica:'Detroit Torino Urban Jazz Project' al Teatro Regio il 9 maggio (4)

Spettacolo

(Adnkronos) - Sulla capacita' di veicolare semantiche del vivere urbano propria del jazz Cisi evidenzia: ''Il jazz, da sempre punto di confluenza di culture ed etnie differenti, e' l'elemento artistico ideale per veicolare vissuti urbani, sensazioni, atmosfere di luoghi; e nulla meglio dell'improvvisazione, grazie alla sua natura 'veloce', puo' esprimere le costanti evoluzioni delle citta', i loro suoni, i colori, le forme architettoniche. D'altronde il jazz nasce come musica di strada: le marching bands dei funerali di New Orleans erano una costante della vita sociale di allora. E' una musica di citta', che vi nasce e ne diventa colonna sonora''.

Nato a Torino nel 1964, Emanuele Cisi, gia' vinitore del Top Jazz nella sua categoria nel 1995, e' uno dei musicisti piu' apprezzati della scena jazz europea. Ha inciso sette cd a suo nome e decine come co-leader o sideman, in vari paesi europei per etichette italiane e straniere, tra cui la Blue Note e la Universal.

Nel 2009 ha svolto una tourne'e in Cile, dove ha partecipato al Festival Jazz di Providencia. Ha partecipato ad alcuni reading-musicali con gli scrittori Paolo Giordano e Luca Ragagnin. Si e' esibito con il suo quartetto in vari concerti di presentazione del suo ultimo cd The Age of Numbers (Auand Records). Ha preso parte a un tour col pianista americano Xavier Davis. Si e' esibito in Norvegia e ha compiuto una tourne' negli Stati Uniti con il progetto Detroit-Torino Urban Jazz Project. Ha da poco registrato in quartetto un nuovo cd per l'etichetta giapponese Albore Jazz, di prossima uscita. Il cd Round M, affascinante viaggio tra Monteverdi e il Jazz registrato con il pluripremiato ensemble di musica antica La Venexiana, e' recentemente uscito per Glossa Records.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog