Cerca

Wikileaks: detenuti di Guantanamo interrogati anche da agenti stranieri

Esteri

Washington, 25 apr. (Adnkronos/Dpa) - Diversi paesi, dalla Russia all'Arabia Saudita, inviarono i propri agenti a Guantanamo per interrogare detenuti. E' quanto rivelano i nuovi documenti diffusi da Wikileaks, e pubblicati oggi da quotidiani americani ed europei, che rendono noti i file segreti riguardo a 759 prigionieri del carcere istituito da George Bush nella base militare americana a Cuba,

Anche altri paesi, con curriculum discussi in materia di rispetto dei diritti umani, hanno inviato i propri agenti per condurre gli interrogatori: la Cina, il Tajikistan, lo Yemen, la Giordania, il Kuwait, l'Algeria e la Tunisia, si legge sul New York Times.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog