Cerca

Rimini: Acquario di Cattolica, quando la passione diventa business di successo (3)

Cronaca

(Adnkronos) - "Il parco era fermo da anni - rimarca Leardini - ma da quando e' nata la cooperativa abbiamo deciso di reinvestire tutti gli utili, proponendo ogni anno una novita'. Nel 2008 e' stata la volta dei cuccioli di squalo martello, nel 2009 l'asilo delle tartarughe e nel 2010 l'arrivo delle lontre, dei pinguini e dei caimani nani".

Scelte che non sono state fatte a caso, ma in base ad una vera e propria indagine di mercato. Ai visitatori del parco e' stato somministrato un questionario in cui si chiedeva quali animali avrebbero voluto vedere nelle vasche. Lo scoso anno i bambini, grandi appassionati del parco, hanno scelto i pinguini. La cooperativa ne ha cosi' comprato 12 esemplari, cresciuti in Austria in ambienti controllati, spendendo 700 mila euro. Dal primo luglio 2011 arriveranno anche le lontre provenienti dalla Danimarca e i caimani nani. Si tratta dei primi mammiferi che fanno ingresso nel parco.

Accanto a tutto cio' una politica commerciale di prezzi contenuti che ha permesso alla struttura di non risentire affatto della crisi. Anche negli ultimi due anni, in cui le famiglie italiane hanno stretto la cinghia, i visitatori sono cresciuti. All'acquario si entra con 18 euro a testa per adulto e 14 per i bambini. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog