Cerca

Nucleare: Greenpeace, duemila croci al Circo Massimo per ricordare disastro Cernobyl

Economia

Roma, 26 apr. (Adnkronos) - Oggi alle prime luci dell'alba attivisti di Greenpeace hanno trasformato il Circo Massimo in un memoriale a cielo aperto piantando duemila croci per ricordare le vittime della tragedia nucleare di Cernobyl nel giorno del 25° anniversario dell'esplosione del reattore.

"Queste croci ricordano simbolicamente le vittime di Cernobyl -dichiara Salvatore Barbera, responsabile della campagna Nucleare di Greenpeace Italia-, cio' che abbiamo imparato dall'incidente e' che l'energia nucleare e' troppo pericolosa per avere un futuro. Una lezione che molti governi, compreso il nostro, si ostinano a ignorare".

''L'esplosione del reattore numero 4 della centrale di Cernobyl e l'incendio che ne segui' sono passati alla storia come il piu' grande incidente nucleare civile di sempre, con un'emissione di radiazioni nell'atmosfera centinaia di volte superiore a quella delle bombe sganciate su Hiroshima e Nagasaki. Le conseguenze del disastro interessarono tutto il continente europeo e persistono ancora oggi'', continua la nota di Greenpeace. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog