Cerca

Libia: La Russa, non attaccheremo obiettivi nelle citta'

Politica

Roma, 26 apr. (Adnkronos) - ''Ora dovranno cambiare i nostri assetti, manderemo sempre dei Tornado ma di altro tipo, adatti a colpire bersagli al suolo con dei missili di precisione. Ma non attaccheremo mai, ripeto mai, obiettivi militari dentro le citta'''. Lo sottolinea il ministro della Difesa Ignazio La Russa in un'intervista al quotidiano 'la Repubblica', spiegando il cambiamento della missione italiana annunciato ieri dopo una telefonata tra Silvio Berlusconi e Barack Obama.

A giudizio di La Russa, ''parlare di svolta e' improprio. Finora anche i nostri aerei hanno partecipato alle missioni di attacco, 'eticamente' non c'e' nulla di diverso. Solo che prima scortavamo e proteggevamo gli equipaggi alleati che andavano a colpire i nemici, facendo saltare i sistemi radar libici. Adesso colpiremo anche noi''.

''Abbiamo posto una condizione molto chiara. Non parteciperemo -aggiunge- ad azioni contro bersagli situati all'interno di zone abitate. Non ci saranno missili italiani sulle citta', ma solo su precisi ed individuati obiettivi militari, per evitare al massimo il rischio di colpire i civili per sbaglio. Saranno missili con 'selected targets', le missioni sono decise dalla Nato ma siamo noi a tenere il dito sul grilletto''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog