Cerca

Milano: Boni (Lega), da Pisapia permissivismo strisciante su moschea

Politica

Milano, 26 apr. - (Adnkronos) - Il candidato sindaco di Milano del centrosinistra Giuliano Pisapia mostra un atteggiamento di "permissivismo strisciante che di fatto rischia di mettere in pericolo il mantenimento della sicurezza nel capoluogo lombardo, anche perche' la stessa comunita' islamica non ha mai individuato alcun referente unico e non ha mai dato grande prova di volersi integrare". Cosi' Davide Boni, presidente del Consiglio della Regione Lombardia, commenta le dichiarazioni di Giuliano Pisapia sul tema di Viale Jenner e della realizzazione di nuove moschee a Milano

"Nessuno - prosegue Boni - ha mai costretto alcuna comunita' religiosa a pregare in uno scantinato o a nascondersi agli occhi delle altre persone: in Italia, a differenza di cio' che avviene in qualche Paese arabo, vige la liberta' di culto. Sul territorio milanese e lombardo ci sono infatti edifici dedicati a culti diversi da quello cristiano-cattolico, che non hanno mai generato alcun problema legato al mantenimento dell'ordine pubblico".

"Probabilmente - conclude Boni - il candidato Pisapia ha perso di vista il problema, perche' invece di rivendicare la realizzazione di nuove moschee, avrebbe dovuto ribadire la necessita' di chiudere il prima possibile un luogo di culto abusivo come la moschea di viale Jenner, condannando di conseguenza coloro che svolgono un'attivita' senza il rispetto delle leggi vigenti. Non dimentichiamo che in passato alcuni frequentatori della moschea di viale Jenner sono stati al centro di inquietanti inchieste legate al terrorismo internazionale'' .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog