Cerca

Pedofilia: Tribunale di Monza condanna italiano per violenza su una bimba rumena di 4 anni (2)

Cronaca

(Adnkronos) - All'inizio la piccola rimaneva con quello che chiamava il "nonno" dalle 7 del mattino alle 6 di sera. Poi, una volta cominciato l'asilo, tornava dal ''nonno'' solo quando era malata. Sei mesi dopo aver cominciato le materne la bambina ha cominciato a manifestare i primi segni di disagio: ha smesso di mangiare e dormire. La mamma in un primo momento crede che la colpa sia sua, rassegna le dimissioni ma poi cambia idea perche' i soldi non sono mai abbastanza. Nel luglio 2007, la bambina dice: "Mamma, mamma, lo sai che gioco faccio con il nonno? Il gioco del pisello".

La descrizione del gioco e' uno shock per la donna, che ne parla subito con il marito e che alla fine viene aiutata dai colleghi di lavoro. Con l'assistenza degli avvocati Laura De Rui e Ottavia Borella presenta alla fine una querela. Una consulenza tecnica sull'attendibilita' della bambina la definisce ''molto angosciata, che riporta senza contraddizioni i fatti traumatici, con sentimenti di vergogna e imbarazzo''.

La piccola conferma le accuse in un incidente probatorio. Al termine dell'inchiesta il ''nonno'' viene rinviato a giudizio con l'accusa di atti sessuali con persona minore di 14 anni, che la legge equipara alla violenza sessuale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog