Cerca

Caso Agusta: rivelazioni choc ma inchiesta resta chiusa, 10 anni fa morte contessa/Cronologia (5)

Cronaca

(Adnkronos) - 16 GENNAIO 2006: Il tribunale di Chiavari respinge la richiesta di sequestro delle quote della Dmc srl, societa' che controlla il patrimonio lasciato in eredita' dalla contessa Agusta, avanzata da Domenico Vacca Graffagni, fratello della nobildonna morta nel gennaio 2001. Vacca Graffagni reclama un credito con Tirzo Chazaro, il messicano ultimo fidanzato ed erede della contessa, sulla base di un accordo, che non sarebbe mai stato onorato, in base ai quali ai parenti di Francesca Agusta sarebbe andato il sessanta per cento dell'eredita'.

- 2007: L'immobile proprieta della societa' Dmc, di cui Maurizio Raggio, ex compagno della contessa, possiede una quota compare sul sito internet di un'agenzia specializzata nella vendita di immobili di alto valore, ma in realta' non viene mai venduta.

- OTTOBRE 2008: Maurizio Raggio deve al fisco 25 milioni di euro. Per questo motivo il Tribunale di Chiavari dispone il pignoramento dei beni mobili di villa Altachiara. Il valore complessivo dei beni pignorati, circa 600 lotti, tra cui anche quadri tappeti argenteria e mobili d'epoca si aggira intorno al milione di euro.

- MARZO 2010: il Tribunale di Chiavari decide la vendita forzata dell'immobile, valutato dai periti intorno ai 40 milioni di euro. Il ricavato sara' utilizzato per saldare diversi crediti, tra cui quello di oltre 25 milioni del fisco italiano proprio nei confronti di Raggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog