Cerca

Mostre: Angelo Cortese espone all'ex Convento del Ritiro di Ortigia (2)

Cultura

(Adnkronos) - Dal segno 'musicale' di matrice Kleeiana degli anni '70, l'artista e' approdato negli anni '90 a una pittura citazionista di recupero mitologico, attraversando poi una fase intimistico-evocativa con incursioni nella memoria e nel vissuto. Nei lavori piu' recenti dominano una visione antropologica ma anche una pittura che si pone tra il figurativo e l'astratto.

''In alcune delle sue ultime opere -dice ancora Fazzina- la forza della gestualita' che trasfigura e crea la forma diventa il tratto caratterizzante al limite tra il figurativo e l'astratto, che non rinnega mai pero' il corpo, elemento primario che emerge dalle stratificazioni e dalla cristallizzazione delle velature e che costituisce il momento finale di una lunga gestazione che racconta ad ogni segno o strato distribuito su una superficie avvalorata dalla pittura tonale, una verita' in piu'''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog