Cerca

Nucleare: flash-mob a San Marco per 'salvare' referendum

Cronaca

Venezia, 26 apr. - (Adnkronos) - Un flash mob in Piazza San Marco per "salvare" il referendum sul nucleare. Un'azione lampo che ha portato numerosi attivisti antinuclearisti, da Greenpeace a Nucleare No Grazie, a srotolare alcuni striscioni proprio davanti alla Basilica della citta' lagunare.

A guidare la protesta Oscar Mancini, portavoce dei manifestanti, che ha ricordato, a 25 anni dalla tragedia di Chernobyl, il nuovo dramma di Fukushima: "Ci avevano detto che nulla sarebbe potuto succedere di nuovo perche' il dramma di Chernobyl era frutto di una vecchia tecnologia sovietica. Il nucleare sicuro non esiste e vogliamo rivendicare il diritto affinche' i cittadini italiani possano esprimersi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • montecatria

    27 Aprile 2011 - 00:12

    è una contraddizione in termini,con buona pace di chi pensa diversamente,Umberto Veronesi compreso:è come la storia delle sigarette,che fanno male(è scritto sui pacchetti) ma il fisco le mantiene in commercio perchè ci guadagna(salvo spender molto di più del guadagno per (tentare di) curare i cancri da tabagismo.

    Report

    Rispondi

blog