Cerca

Danza: a Cagliari 'Breaking Picasso', il cubismo in movimento

Spettacolo

Roma, 27 apr. (Adnkronos) - Un caleidoscopico contenitore di frammenti di realta' e irrealta', ispirato alla personalita' istrionica del grande pittore, in cui la danza costituisce la 'quinta dimensione' cubista ovvero il movimento, svincolato da regole di stile. Una contaminazione di generi in cui domina l'hip hop, con contributi jazz e classici, eseguiti da dieci danzatrici e danzatori del laboratorio di studio permanente dell' Academia Danza y Teatro di Cagliari, in scena venerdi' al teatro delle Saline del capoluogo sardo, in occasione della Giornata internazionale della Danza.

L'idea originale della coreografa- regista Debora Fadda prende spunto dall' episodio dell''uomo che critico' Picasso perche' creava arte poco realistica. Egli rispose: 'Mi puo' mostrare dell'arte realistica?'. L'uomo gli mostro' allora la foto della moglie. Picasso osservo': 'Quindi sua moglie e' alta cinque centimetri, bidimensionale, senza braccia ne' gambe e senza colori tranne sfumature di grigio?'. Da qui il messaggio che oggi vale per altri generi: la sola regola dell'arte e' non avere regole.

'Breaking Picasso' - tradotto letteralmente 'Rompendo Picasso'- oltre a richiamare il caratteristico movimento musicale della break dance, vuole sottolineare questo concetto. I danzatori danno vita a tante facce di un cubo colorato: ironia, passione, dolore, narcisimo e forza simbolica, sono libere di vagare le une accanto alle altre, in una dimensione, anche temporale, che consente all'osservatore di cogliere ogni spigolatura senza che mai venga proposta una coesione fra le parti in scena. Uno spettacolo di 'Teatro-Danza' in cui l'omaggio a Picasso si palesa solo in un momento saliente in cui regna sovrana la Guernica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog