Cerca

Beni culturali: Padri Teatini, crollo angelo San Paolo Maggiore e' di un anno fa/Adnkronos

Cultura

Roma, 27 apr. - (Adnkronos) - Il crollo della testa dell'angelo nella Basilica di San Paolo Maggiore a Napoli e' avvenuto un anno fa, anche se la notizia si e' diffusa solo nei giorni scorsi. Lo rivela all'ADNKRONOS, che sulla vicenda ha sentito anche il sovrintendente ai Beni architettonici di Napoli e la soprintendente ai Beni Storici e Artistici della citta', un componente la comunita' dei Padri Teatini, che hanno sede stabilmente nella chiesa napoletana dal 1533. ''Il crollo e' avvenuto un anno fa di questi tempi -afferma il religioso- e noi lo abbiamo segnalato alla Soprintendenza. Solo pochi giorni fa, pero', sono entrati in chiesa per un sopralluogo due vigili urbani del nucleo Beni Culturali che hanno sollevato la questione rendendola pubblica''.

L'esponente della comunita' dei Teatini spiega che l'angelo ''si trova sopra l'altare maggiore ed e' ancora pericolante'', e rivela che i padri hanno piu' volte lanciato l'allarme sul degrado della chiesa, una delle piu' importanti del barocco napoletano, non solo per gli interni, ma anche per la facciata, ''dove -spiega- i cornicioni perdono pezzi ogni volta che piove, ci sono infiltrazioni d'acqua dal tetto e l'anno scorso e' stata rimossa dai Vigili del Fuoco una delle sfere di pietra perche' era pericolante''. Sia i frammenti della testa dell'angelo che la sfera, sono custoditi dai Padri Teatini.

''Manca la cultura della manutenzione'', chiosa il sovrintendente ai Beni architettonici di Napoli, Stefano Gizzi, che nei giorni scorsi aveva gia' lanciato l'allarme sul rischio di cedimento di stucchi e rivestimenti di almeno cento palazzi del centro storico partenopeo. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog