Cerca

Immigrati: Emilia Romagna, al via nelle scuole campagna pro cittadinanza

Cronaca

Bologna, 27 apr. - (Adnkronos) - Sensibilizzare i neo-maggiorenni stranieri sul loro diritto a diventare cittadini italiani. Questo il senso della campagna sostenuta dalla Regione Emilia Romagna e rivolta alle seconde generazioni di immigrati. In particolare l'iniziativa, presentata oggi in conferenza stampa a Bologna, prevede la diffusione nelle scuole e in collaborazione con la rete regionale antidiscriminazione di '18 Ius soli', film documentario del regista italo-ghanese Fred Kudjo Kuwornu, nato e cresciuto a Bologna. Nello specifico, sono piu' di 500 i ragazzi nati in Emilia Romagna da genitori stranieri che nel 2011 diventano maggiorenni, e possono cosi' finalmente chiedere la cittadinanza italiana.

Si tratta di un numero destinato a crescere nel tempo se si calcola che, negli ultimi anni, oltre un quinto dei nuovi nati in regione ha entrambi i genitori non italiani. Tuttavia, i figli di genitori stranieri possono chiedere la cittadinanza italiana solo al raggiungimento del diciottesimo anno d'eta' e a condizione che abbiano risieduto in Italia senza interruzioni dalla nascita, rischiando per di piu' di perdere definitivamente questo diritto se non lo eserciteranno nei dodici mesi successivi. Questo perche' la legge italiana non applica lo 'ius soli', in base al quale e' cittadino originario chi nasce sul territorio dello Stato, bensi' lo 'ius sanguinis', secondo cui la cittadinanza e' trasmessa da genitore a figlio. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog