Cerca

Roma: da manifesti a regole su propaganda, in Prefettura intesa su campagna elettorale

Cronaca

Roma, 27 apr. - (Adnkronos) - No all'affissione dei manifesti abusivi, no al lancio di volantini i luoghi pubblici, divieto a partire da sabato 30 aprile di diffondere i risultati dei sondaggi sull'esito delle elezioni, stop a comizi dal giorno prima del voto alla chiusura delle urne, periodo in cui e' off limits anche la propaganda con mezzi aerei. Sono alcuni degli impegni contenuti nel protocollo d'intesa siglato alla Prefettura di Roma, in vista delle elezioni amministrative di maggio che interesseranno nella provincia di Roma 44 Comuni, tra i quali Ariccia, Ciampino, Colleferro, Genzano, Marino, Mentana e Pomezia, che hanno oltre 15mila abitanti.

L'accordo tra forze dell'ordine e rappresentanti delle forze politiche (Pdl, Idv, Pd, Udc, Pri, Api, Msi e Fli), punta ad assicurare un "sereno svolgimento della campagna elettorale, in un clima di reciproco rispetto, nella piena osservanza delle norme vigenti e delle consuetudini elettorali, che garantisca la tutela dell'ambiente e del patrimonio storico, monumentale ed artistico dei comuni interessati".

Le forze dell'ordine si impegnano a rispettare e a far rispettare il divieto di affissione di propaganda elettorale al di fuori degli appositi spazi e il divieto di scrivere su muri, opere d'arte e monumenti. L'impegno coinvolge le stesse forze politiche affinche' ricordino ai candidati di rispettare le regole. I partiti, tra l'altro, si impegnano a comunicare le localita' dove si dovranno svolgere i comizi. Comizi che non dovranno superare la durata di tre ore e che si dovranno svolgere in fasce d'orario stabilite. Con l'intesa le parti si impegnano anche a non svolgere cortei nel periodo della campagna elettorale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog