Cerca

1 maggio: sindacati a Renzi, cambi idea su facolta' apertura negozi

Cronaca

Firenze, 27 apr. - (Adnkronos) - Una lettera al sindaco di Firenze, Matteo Renzi, per chiedergli di ''recedere la facolta' di apertura dei negozi il giorno del 1 maggio''. A scriverla, le segreterie regionali di Cgil, Cisl e Uil. ''Ad oggi c'e' una ragione in piu' - scrivono i sindacati -. Abbiamo sinceramente apprezzato il programma e le progettazioni proposte per la notte bianca del 30 aprile. Proprio nello spirito che da tempo sottolineiamo: una citta' che si 'lasci vivere e non solo consumare' in ogni suo spazio e forma. Proprio questo riconoscimento ci muove, a maggior ragione, a chiederle la chiusura dei negozi il 1 maggio''.

Contro la decisione del sindaco di Firenze di concedere facolta' di apertura ai negozi il 1 Maggio, si e' espressa nei giorni scorsi anche il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso. ''Non crediamo sia necessario ribadire qui le motivazione della nostra contrarieta' piu' generale circa la quantita' delle aperture consentite nel centro storico - osservano Cgil, Cisl e Uil - e, d'altronde, siamo anche consapevoli che non Le saranno sfuggite le proteste che da piu' fronti si stanno levando''.

''In sostanza - concludono - cio' che vorremmo evitare, proprio per lasciare integro lo spirito che la notte del 30 aprile produrra' alla citta', e' la proclamazione dello sciopero dei settori del commercio all'alba del 1 maggio. Sarebbe un segno verso una auspicata sintonia anche verso chi ci ha, sbrigativamente, etichettato arcaici conservatori da un lato e sprovveduti modernisti dall'altro''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog