Cerca

Carceri: Caligaris (Sdr), effettuare analisi qualita' aria in nuovo istituto Cagliari

Cronaca

Cagliari, 28 apr. - (Adnkronos) - ''La zona in cui sta sorgendo il nuovo penitenziario di Cagliari, nelle campagne di Uta, deve essere sottoposta a un'approfondita analisi della Asl per verificare le condizioni di salubrita' dell'aria. Dalle segnalazioni risulta infatti che, in particolare nei mesi estivi, l'aria diventa irrespirabile per la presenza di miasmi derivanti dalla lavorazione degli scarti della carne''. A poche centinaia di metri dal nuovo carcere esiste infatti un mattatoio industriale tra i piu' grandi della Sardegna. Lo sostiene Maria Grazia Caligaris, presidente dell'associazione 'Socialismo diritti e riforme'.

''Nei mesi scorsi - sottolinea Caligaris - avevamo messo l'accento sullo sgradevole, nauseabondo odore che si sente in prossimita' dell'area prescelta per la costruzione del penitenziario destinato ad accogliere in teoria 750 detenuti. La questione pero' non e' stata assunta con la necessaria attenzione e non ci risulta che siano state intraprese iniziative per verificare le condizioni di salubrita' dell'aria o quantomeno del rispetto del regolamento dell'Unione Europea risalente al 2002 sulla 'raccolta, trasporto, magazzinaggio, manipolazione, trasformazione e uso o eliminazione dei sottoprodotti di origine animale'''.

''Le perplessita' sull'adeguatezza dell'Istituto Penitenziario alle norme in materia di lavoro in sicurezza tuttavia non si esauriscono con gli aspetti della salubrita' dell'aria, ci sono infatti all'interno del nuovo Istituto questioni - rileva ancora la responsabile di Sdr - di non minore gravita'. Abbiamo potuto appurare - spiega la Caligaris - che nel carcere di Uta non e' stato progettato il Centro Clinico''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog