Cerca

Sicilia: Assessore Armao, troppi ritardi in applicazioni norme su appalti vigenti in Europa

Economia

Palermo, 28 apr. - (Adnkronos) - "L'inserimento nella legge finanziaria in discussione all'Ars delle norme che adeguano l'ordinamento siciliano alla disciplina europea e nazionale relative ai contratti pubblici consentira' di garantire celerita' nella spesa e maggiore legalita' nelle procedure". Lo ha detto l'assessore regionale per l'Economia della Sicilia, Gaetano Armao, all'inizio dei lavori del Comitato di sorveglianza del Po Fesr Sicilia 2007-2013, che si sono aperti oggi a Palermo, sottolineando come queste norme siano frutto della condivisione di un percorso portato avanti tra governo regionale e associazioni datoriali.

"In Sicilia -ha detto l'assessore- una delle cause del ritardo nella spesa comunitaria e' effetto degli iter lunghi e farraginosi che impediscono efficacia e certezza nei risultati da conseguire. Il superamento del divario normativo che separa la Sicilia dall'Italia sara' superato, dopo la legge sulla semplificazione, anche in materia di appalti attraverso una finanziaria di risanamento e sviluppo che e' uno dei contributi che il Governo regionale intende assicurare ai siciliani".

"Per troppo tempo -ha aggiunto Armao- la Sicilia ha ritardato l'applicazione delle normative sugli appalti vigenti in tutta Europa, costituendo cosi' un'Isola 'infelice' per la realizzazione delle infrastrutture. La finanziaria, tra le altre riforme e riorganizzazioni, consentira' di superare questo esercizio 'dell'autonomia', che danneggia imprese e cittadini". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog