Cerca

Toscana: Lega Nord, con legge panificazione grandi supermercati privilegiati

Cronaca

Firenze, 28 apr. - (Adnkronos) - ''La Lega Nord non e' contenta'' della legge sulla panificazione, approvata ieri in Consiglio regionale della Toscana con l'astensione del Carroccio. Non usa mezzi termini la consigliera leghista Marina Staccioli. ''L'impianto della legge -dichiara apertamente la vicecapogruppo della Lega Nord Toscana in Regione- poteva anche essere condiviso, tant'e' vero che qualche suggerimento presentato dagli alleati del PdL era stato recepito in commissione. E' una legge che e' partita da una buona base riguardo gli intenti di tutela dei consumatori e diciamo che e' anche abbastanza adeguata rispetto agli indirizzi contenuti nella normativa nazionale, unici due motivi per i quali ci siamo astenuti anziche' votare in modo contrario''.

''Il problema, pero', viene quando si usano due pesi e due misure, uno per la grande distribuzione e uno per la piccola. La grande distribuzione, infatti -prosegue Staccioli-, con questa legge non avra' l'obbligo di indicare il responsabile dell'attivita' produttiva, cosa che gli fara' risparmiare centinaia di migliaia di euro di corsi di formazione, al contrario di dovranno fare tutti i piccoli panifici. La Lega Nord aveva presentato in commissione degli emendamenti assieme agli alleati del PdL proprio per garantire la parita' di trattamento e sosteniamo con forza che anche chi partecipa al processo produttivo del pane e dei prodotti da forno, anche in modo parziale, debba avere il proprio responsabile dell'attivita' produttiva proprio a tutela dei consumatori. Aspettiamo di vedere i risultati dell'applicazione della legge -conclude Staccioli- e poi riproporremo le nostre modifiche''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog