Cerca

Ice: Vattani, nuove strategie Italia-Cina nell'industria tessile e moda

Altro

0

Roma, 28 apr. - (Adnkronos) - Nuove strategie nelle relazioni tra Italia e Cina nell'industria tessile e moda. E' il titolo del seminario svolto oggi, presso l'Hotel Hilton di Shanghai, realizzato dall'Ice in collaborazione con la Federazione italiana del tessile e della Moda (SMI). L'iniziativa si tiene in occasione dell'inaugurazione, avvenuta ieri sempre a Shanghai alla presenza di personalita' italiane e cinesi, della nuova Sede SMI in Cina.Destinato all'audience imprenditoriale cinese, il Seminario affronta tematiche inerenti le relazioni industriali, l'impatto ambientale della produzione del tessile-abbigliamento e la formazione.

''Obiettivo di questa iniziativa -ha sottolineato il Presidente dell'Ice Umberto Vattani- e' quello di rafforzare ed intensificare la collaborazione tra imprese italiane e cinesi nel campo del tessile-abbigliamento, anche tramite la collaborazione con l'omologa Federazione imprenditoriale cinese CNTAC. Questa attivita' -ha ricordato Vattani- si colloca inoltre nell'ambito dell'intesa di cooperazione tra il nostro Ministero per lo Sviluppo Economico e il Ministero per il Commercio cinese, siglata nel dicembre 2008''.

Presieduto dal Direttore di Ice Shanghai, Maurizio Forte, il seminario ha raccolto 150 adesioni, per la maggior parte operatori tessili dell'area e ha visto la partecipazione in veste di relatori, il Direttore Generale di Smi Gianfranco Di Natale e i responsabili delle aree formazione e promozione internazionale di Sistema Moda Italia. Ha chiuso i lavori Paolo Zegna, nel duplice ruolo di Vice Presidente di Confindustria e Rappresentante dell'industria italiana di alta qualita' e di successo sul mercato cinese. Tra gli interventi da parte cinese il Rappresentante della locale Associazione Tessile CNTAC che ha affrontato il tema dello sviluppo dell'industria locale e il Direttore del Centro di Ricerca Universitario sull'economia tessile che ha trattato il tema del miglioramento delle condizioni di lavoro del comparto.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media