Cerca

Energia: Power-One Italy, elementi positivi nel decreto su fotovoltaico

Economia

Firenze, 28 apr. - (Adnkronos) - Power-One Italy, azienda leader nel campo del fotovoltaico, con sede a Terranuova Bracciolini (Arezzo), esprime ''grandissima preoccupazione per la risposta negativa delle Regioni alla proposta del Governo sul decreto rinnovabili''.

Il testo che il Governo ha presentato oggi alle Regioni contiene, a parere del cda di Power-One Italy secondo quanto si legge in un comunicato, ''elementi molto positivi che avrebbero reso il nuovo decreto rinnovabili una buona legge''. I seguenti punti in particolare sono giudicati positivi: innalzamento a 1000 KWp della soglia degli impianti non soggetti a registro realizzati su edifici (piccoli impianti non a terra); l'impegno a ridurre i tempi per l'iscrizione a registro e pubblicazione della graduatoria per i grandi impianti a terra; la possibilita' di evitare il registro fino a fine agosto 2011 per i grandi impianti a terra in corso di realizzazione; un premio addizionale per gli impianti che prevedano la rimozione di amianto avrebbero permesso al settore di ripartire con effetto immediato.

''L'industria e' allo stremo in questo momento - si legge nel comunicato diffuso da Power-One Italy - e si trova di fronte ad una situazione di mercato in completa paralisi che, se non risolta in tempi brevissimi, causera' la paralisi dell'intero settore industriale e perdita di migliaia di posti di lavori. Power-One chiede a tutte la parti coinvolte, in nome e per conto dei suoi oltre 1200 dipendenti, che il nuovo decreto rinnovabili sia emesso in tempi brevissimi. Ogni ulteriore ritardo rispetto alla data prevista del 30 di aprile potra' causare effetti dirompenti, molto difficilmente recuperabili nel medio termine''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog