Cerca

Napoli: Pasquino, da Lettieri solo fiumi di parole

Politica

Napoli, 28 apr. (Adnkronos) - ''Napoli mai in mano a un 'investitore' che ha toppato''. Lo ha affermato Raimondo Pasquino, candidato sindaco di Napoli per il Terzo polo, commentando la lettera di Gianni Lettieri pubblicata oggi dal Corriere della Sera. ''Da qualche giorno il candidato del Pdl appare assai nervoso e piu' che mai prigioniero dei poteri forti controllati dall'on. Cosentino, che glielo ha ricordato anche oggi. Forse perche' si sta finalmente rendendo conto che non vincera' al primo turno come aveva annunciato all'inizio della campagna elettorale", ha aggiunto Pasquino.

"Lettieri ignora i problemi della citta' - ha proseguito il candidato sindaco del Terzo polo -. Parlare di legalita' dopo che si sono presentate le liste, che contengono tra l'altro alcune persone inqualificabili, come la stampa ha piu' volto sottolineato, e' soltanto un alibi. Avevo invitato Lettieri e gli altri candidati a sottoscrivere il codice etico di legalita' per Napoli, ma nessuno ha raccolto il mio appello. Lettieri chiede una legge speciale per la citta', mentre io, invece, dal primo giorno di campagna elettorale sostengo che Napoli non si governa nell'emergenza ma nella normalita'. Occorre una Conferenza sullo sviluppo che veda raccolti intorno a un tavolo governo, regione, provincia, comune, le associazioni di categoria, gli ordini professionali, i sindacati e il mondo culturale". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog