Cerca

1 Maggio: Morricone, unisco Verdi e Mameli e mi aspetto un'Italia migliore

Spettacolo

Roma, 29 apr. (Adnkronos) - ''Ho pensato di mettere insieme nella prima parte della mia 'Elegia' il coro verdiano e i 'Fratelli d'Italia' e i due brani saranno contemporaneamente ascoltabili dal pubblico''. Cosi' Ennio Morricone, in un'intervista a 'La Repubblica', spiega come ha fatto a mettere insieme, nel suo brano 'Elegia per l'Italia' che, alla guida dell'Orchestra Roma Sinfonietta, eseguira' sul palco del concertone del 1 maggio, il 'Va pensiero' di Verdi con il nostro inno nazionale.

''Con qualche compromesso nell'armonizzazione -spiega- e alcune licenze musicali. Che pero' non si sentono, anzi i brani restano del tutto riconoscibili. Quando l'orchestra suonera' 'Fratelli d'Italia', che nella mia versione rinuncia al tempo di marcetta per diventare piu' pensoso e riflessivo, il coro cantera' 'Va pensiero'; viceversa, quando l'orchestra suonera' Verdi allora il coro intonera' Mameli''.

Una scelta, spiega Morricone, ricca di significati morali, ''contro l'appropriazione indebita che la Lega ha tentato negli ultimi anni''. E aggiunge: ''Il canto di Verdi e' un canto del Risorgimento italiano e dell'Unita' d'Italia''. E a proposito della scelta di comporre un'elegia, che di solito e' una composizione malinconica, Morricone chiarisce: ''In questo caso c'e' una festa e io l'ho scritta per la ricorrenza. ma se penso al futuro, io mi aspetto un'Italia migliore''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog