Cerca

Mafia: Palermo, lezioni di legalita' in fondo confiscato a boss

Cronaca

Palermo, 29 apr. - (Adnkronos) - Da luogo di spaccio e degrado a simbolo della legalita'. Il ''Fondo Micciulla'', situato nella borgata periferica di Altarello di Badia a Palermo, confiscato alla famiglia mafiosa Piraino, verra' riqualificato e messo in sicurezza grazie ai finanziamenti del Pon Sicurezza. Il progetto e' stato presentato dal Comune di Palermo e prevede la ristrutturazione dell'immobile destinato alla base scout internazionale 'Volpe astuta' per iniziative orientate alla promozione della legalita'. Le risorse stanziate dal Programma cofinanziato dall'Unione europea, di cui e' titolare il ministero dell'Interno, ammontano a 492.888,20 euro.

'Fondo Micciulla' e' un terreno agricolo di piu' di 2 ettari. Proprieta' della famiglia Piraino dagli anni '60, nel 1980 e' stato oggetto di sequestro da parte del giudice Giovanni Falcone e, in seguito, sottoposto definitivamente a confisca. Il Fondo e' un luogo di grande rilevanza storico-culturale poiche' nella parte est si trova la 'Camera dello Scirocco', un'opera di interesse monumentale attraversata dai ''Qanat'', i canali sotterranei che costituivano il complesso sistema idraulico arabo.

Al centro dell'area sorge un edificio, per anni rimasto in stato di abbandono e divenuto luogo di spaccio di droga e discarica di mezzi rubati. Dal 1999 il bene e' assegnato all'Agesci (Associazione guide e scout cattolici italiani) che ha provveduto, attraverso l'autotassazione dei propri soci, a ripulirlo e organizzarvi attivita' che coinvolgono i giovani del quartiere. Il finanziamento del Pon servira' a ristrutturare l'edificio e a metterlo in sicurezza rendendolo pienamente fruibile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog