Cerca

Roma: bomba contro il palazzo del portavoce di Val d'Ala 200

Cronaca

Roma, 29 apr. - (Adnkronos) - ''Dopo le calunnie gli attentati. Questa notte una bomba carta ha sfondato la vetrata dell'ingresso del palazzo del portavoce dell'occupazione a scopo abitativo Val d'Ala 200, Alberto Palladino. Sul muro dell'edificio una scritta minacciosa, 'Tana per Zippo', a sottintendere che, scoperto dove vive Palladino con la sua famiglia, la bomba lanciata questa notte e' solo un primo 'avvertimento' a cui seguira' altro. Una minaccia che non lascia adito a dubbi su quale sia la matrice dell'attentato''. Lo denuncia in una nota CasaPound Italia.

''Palladino - spiega Cpi - e' il ragazzo che e' stato impunemente accusato dal collettivo Senza Tregua di aver aggredito alcuni antifascisti militanti in IV Municipio. Un'accusa che non e' stata corroborata da una sola prova, da una circostanza di fatto, nemmeno da una denuncia. Un'accusa che ha un chiaro sapore intimidatorio, e che segue il vero e proprio attacco sferrato ieri pomeriggio contro il palazzo occupato di via Val d'Ala a colpi di bombe carta, pietre e bottiglie lanciate con le fionde. A questo punto la strategia e' chiara al di la' di ogni dubbio: l'unico obiettivo degli antagonisti e' creare una situazione di tensione tale da portare allo sgombero di un'occupazione che ha dato casa a 17 famiglie in stato di gravissima emergenza abitativa''.

''Percio' - conclude CasaPound Italia -, a chi si e' prestato al gioco irresponsabile degli antifascisti romani, impazziti all'idea di un''intrusione' in una zona che credono 'sotto il loro controllo', a chi esige lo sgombero di Val d'Ala avallando l'idea che con la menzogna e i metodi mafiosi si possa ottenere qualunque risultato, chiediamo di prendere le distanze da questi ipocriti fomentatori di violenza perche' i segnali che vengono da questa escalation di minacce e intimidazioni in stile mafioso sono inquietanti per tutti e non solo per noi e per le nostre famiglie''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog