Cerca

Mafia: Fillea Cgil, gia' chiuso il 90% delle aziende edili confiscate (2)

Cronaca

(Adnkronos) - A Palermo oltre all'Ati Group, che ingloba 3 aziende, e ha completato gli ultimi lavori edili all'ospedale di Biancavilla e una ristrutturazione di un edificio in via Bandiera, le altre principali imprese edili confiscate alla mafia sono l'Immobiliare Strasburgo, ex gruppo Piazza, con 40 dipendenti; l'Immobiliare Raffaello, ex gruppo Piazza, 6 dipendenti; e le aziende delle cave, una trentina di dipendenti. L'Immobiliare Strasburgo gestisce un grosso patrimonio immobiliare tra cui il palazzo sede dell'assessorato a Beni culturali, in piazza Croci.

''L'Ati Group ha invece come patrimonio i lavoratori e le attrezzature ed e' necessario - ha dichiarato il segretario della Cgil, Maurizio Cala' - un intervento immediato di bonifica, mantenimento e immissione nel mercato per evitare che queste aziende chiudano''.

''Il problema dei beni confiscati, con il tentativo sempre presente della mafia di infiltrarsi sui mercati legali - prosegue -, deve essere affrontato anche dal punto di vista delle aziende. E' quello che intendiamo fare con questa iniziativa''. ''Chiediamo per le imprese edili la costruzione di un percorso di tutoraggio con le pubbliche amministrazioni, per avere affidate manutenzioni e ristrutturazioni di uffici sin dalla fase del sequestro - aggiunge Ridulfo -. E' importante che le aziende siano seguite da amministratori giudiziari con capacita' manageriali per creare occasioni per queste imprese e fare passare il principio che l'antimafia conviene''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog