Cerca

Banche: Ponzellini, obblighi aumenti di capitale sono mazzate a istituti sani

Finanza

Milano, 30 apr. - (Adnkronos) - Gli aumenti di capitale imposti al sistema bancario italiano dalle autorita', e in particolare dalla Banca d'Italia, sono delle ''mazzate'' che hanno colpito ''istituti sani''. Lo ha detto il presidente di Bpm, Massimo Ponzellini, nel suo intervento all'assemblea dei soci della banca, in corso a Milano. ''Le autorita' -ha spiegato Ponzellini- hanno acceso un faro sulle banche e sulle patrimonializazzioni'' e hanno imposto agli istituti di credito di essere ''solidi e forti, perche' custodiscono i risparmi italiani, ed e' stata alzata l'asticella del Core Tier 1''.

Ma ora le banche italiane, ha continuato Ponzellini, ''che sono tutte sane e forti e in grado di competere sui mercati internazionali, vengono obbligate ad aumenti capitale straordinari, anche di due-tre volte la loro capitalizzazione, perche' le autorita' non si possono permettere l'ombra di un rischio. In un anno in cui si fa fatica, arriva la forte pressione, la mazzata, l'obbligo avere coefficienti che anche nei momenti migliori non si sono mai avuti''.

Il sistema bancario italiano, ha sottolineato il presidente di Bpm, si trova nella ''difficile situazione di dover far quadrare i bilanci con grande capitalizzazione e poche operazioni redditizie. Il sistema bancario ha obbedito e lancera' gli aumenti di capitali, ma i titoli -ha concluso- verranno ancora una volta purtroppo mortificati''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog