Cerca

Immigrati: Polverini, orgogliosa assistenza a libici al S. Camillo

Cronaca

Roma, 30 apr. - (Adnkronos) - "Sono orgogliosa per questo intervento, grazie a tutti per la collaborazione, sono 25 i giovani libici, tutti maschi, fra cui due minori, ad essere assistiti all'ospedale San Camillo-Forlanini. Queste persone hanno ferite da guerra e alcuni di loro hanno anche delle pallottole in corpo. Sono stati portati qui' ieri notte ed ora stanno ricevendo le cure necessarie che nel loro paese probabilmente non avrebbero ricevuto". Lo ha dichiarato la presidente della Regione Lazio Renata Polverini che questa mattina si e' recata all'ospedale San Camillo-Forlanini di Roma a visitare i 25 libici giunti nella Capitale la scorsa notte con un aereo dell'aeronautica militare ed ora ricoverati nel padiglione 'Maroncelli' dell'ospedale.

"Si tratta di un progetto sottoscritto dalla Regione Lazio - ha spiegato la presidente - su richiesta del ministero degli Affari Esteri, per aiutare la popolazione libica in guerra fornendo assistenza sanitaria a persone bisognose che nel loro paese non avrebbero la dovuta assistenza. Tra i 25 uomini - ha aggiunto - ci sono due minori di cui uno e' attualmente ricoverato nel reparto cardiochirurgia per essere operato al cuore, non per problemi derivanti dal conflitto ma suoi personali. Con loro ci sono dei mediatori culturali che li aiutano a comunicare con i medici".

"Tutti in questa azienda stanno dando un forte contributo, - ha proseguito la Polverini - molti medici e infermieri hanno lavorato ininterrottamente tutta la notte e continueranno a farlo, grazie a tutti per la straordinaria partecipazione. Gli immigrati tra un mese, salute permettendo, verranno riaccompagnati in Libia, ma se ci sara' necessita' prolungheremo il progetto. Ringrazio anche la polizia di Stato - ha concluso - che ieri e' stata presente sia all'aeroporto, durante l'atterraggio dell'aereo che portava i libici, sia all'ospedale per tutte le procedure necessarie".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400