Cerca

Libia: Gheddafi, speravo in amico Berlusconi ma Italia senza democrazia

Esteri

Tripoli, 30 apr. - (Adnkronos/Aki) - ''Dov'e' il Trattato di amicizia? Dov'e' il divieto di aggressione contro la Libia da parte dell'Italia? Dov'e' il parlamento italiano? E il governo italiano? E il mio amico Berlusconi?''. E' quanto si e' chiesto il colonnello libico Muammar Gheddafi nel discorso pronunciato nelle prime ore di oggi. ''Credevamo aveste sentimenti di colpa per il popolo libico - ha aggiunto - speravamo che l'Italia, il mio amico Berlusconi e il parlamento italiano condannassero la colonizzazione, invece sembra che non ci sia un parlamento ne' tantomeno una democrazia in Italia''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog