Cerca

Generali: Perissinotto, se si profila bella operazione siamo pronti

Finanza

Trieste, 30 apr. (Adnkronos) - Le Generali mantengono un approccio prudente in materia di acquisizioni. Nel caso di profilasse "una bella operazione" la compagnia sarebbe pronta, ma sempre valutando attentamente i rischi. "Uno dei nostri vanti - spiega il Group Ceo Giovanni Perissinotto - e' stato quello di essere riusciti a crescere come i peers senza richiedere aumenti di capitale, salvo quello in carta per il riacquisto delle minorities di Alleanza".

"Pero' - continua Perissinotto - abbiamo fatto anche dei piani, in base ai quali risulta che riusciamo a crescere finanziando la nostra produzione come facciamo, e stiamo crescendo molto sia nel vita che nel danni e nell'asset management, riusciamo a pagare gli interessi sul nostro debito e a remunerare gli azionisti e a finanziare la produzione. In piu' dovremmo generare di qui alla fine 2013-inizio 2014 4 mld di free cash flow. Quindi siamo in grado di finanziarci fino a queste cifre. Dopodiche', se ci fosse qualche operazione, allora dovremmo avere il supporto dei nostri soci. Pero' piu' guardo le operazioni di crescita esterna, piu' vedo quanti rischi e quante poche soddisfazioni alla fine diano, rispetto alle ipotesi iniziali".

"Per cui - prosegue Perissinotto - come facciamo bene con Banca Generali, Bsi e Genertel, abbiamo tutti gli elementi per crescere. Questo non vuol dire che ogni tanto, qualche selezionata operazione non possa essere effettuata in termini vantaggiosi per noi, ma per come la vedo io sono piu' operazioni di nicchia, con una grossa enfasi sugli investimenti interni per far crescere. Se a questo si aggiunge una bella operazione, siamo sempre pronti. Abbiamo un track record abbastanza buono in termini di acquisizioni e per averle portate a reddito".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog