Cerca

Palermo: gip, oculista arrestato ha abusato della sua professione (3)

Cronaca

(Adnkronos) - Lo stesso Cucinella ha smentito che nella casa di cura ci fossero problemi di liste di attesa. Ecco la testimonianza diretta di alcuni dei pazienti costretti a pagare una 'tangente' per operarsi in tempi brevi: ''a seguito della visita il dottor Bellina mi ha diagnosticato di essere affetta da cataratta in entrambi gli occhi -ha raccontato Rosalia L.- lo stesso medico mi ha prospettato dei tempi di attesi lunghi e si e' reso disponibile a curare di persona la prenotazione presso la struttura che mi ha indicato nella clinica Demma al fine di anticipare il giorno dell'operazione. Per tale incombenza mi ha chiesto la somma di 200 euro per spese che non mi ha meglio definito''.

La donna ha cosi' pagato l'importo in contanti senza ricevere una ricevuta. Lo stesso e' accaduto ad un'altra paziente, Filomena P.: il dottore mi ha riferito che poteva interessarsi personalmente a prenotare la data dell'intervento cosi' da ridurre i tempi di attesa chiedendomi per l'incombenza la somma di 300 euro. Ho accettato in quanto avevo necessita' di recuperare la vista dato che svolgo l'attivita' di sarta per incrementare il bilancio famigliare. E cosi' pure gli altri pazienti. L'iter era sempre lo stesso. Il pagamento di una tangente per anticipare l'intervento di cataratta. Oggi sono scattate le manette.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog