Cerca

Politica: Chiti contro il trasformismo, nelle istituzioni e' inaccettabile

Politica

Firenze, 2 mag. - (Adnkronos) - ''Questa legislatura, che si era annunciata come costituente, rischia di terminare con un niente di fatto, su regolamenti parlamentari, riforma del Parlamento e del Governo, legge elettorale. La transizione italiana che non si conclude, reca con se' un impoverimento della democrazia e il diffondersi preoccupante della sfiducia tra i cittadini''. Lo ha detto il vice presidente del Senato Vannino Chiti partecipando oggi a Firenze al seminario di studi e ricerche parlamentari Silvano Tosi ''Lo Stato della democrazia in Italia e la prospettiva delle riforme istituzionali''.

''Quella che alcuni definiscono seconda repubblica - ha aggiunto Chiti - si fonda su una pessima legge elettorale; su decisioni politiche sempre revocabili; su una reciproca delegittimazione degli schieramenti in campo; sulla esistenza di partiti ben lontani dallo svolgere quella funzione di cerniera tra societa' e istituzioni, che la Costituzione assegna loro''. Il vice presidente del Senato si e' poi soffermato su un fenomeno che ritiene ''inacettabile'': il cosiddetto ''trasformismo''. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog