Cerca

Omicidio Rea: nuovi interrogatori dei carabinieri

Cronaca

Ascoli Piceno, 2 mag. - (Adnkronos) - ''Abbiamo sentito e stiamo sentendo diverse persone per chiarire alcuni elementi del caso e capire il movente. Continuiamo a lavorare per arrivare alla soluzione''. Lo dice all'ADNKRONOS il comandante provinciale dei carabinieri di Ascoli Piceno, colonnello Alessandro Patrizio, parlando delle indagini sull'omicidio di Carmela Rea, scomparsa a Colle San Marco il 18 aprile scorso e trovata morta due giorni dopo a Ripe di Civitella, nel teramano.

''Oltre a questo continua l'analisi tecnica degli elementi raccolti -sottolinea Patrizio- Fondamentali le risposte dalle celle e dai telefoni. C'e' ancora molto da chiarire, in particolare il telefono della vittima puo' dirci molte cose per capire la sua posizione esatta nei vari momenti della giornata, se e' stato acceso o spento, ma sono indagini delicate e lunghe''.

Intanto si attendono i risultati delle analisi effettuate dai carabinieri del Ris di Roma su tutto il materiale repertato, dalle tracce di sangue trovate sulla base di legno dello chalet a Ripe di Civitella, alle macchie trovate nell'auto del marito della donna, fino alla siringa trovata conficcata nel corpo di Melania, che non si esclude sia stata usata solo per depistare le indagini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog