Cerca

Ambiente: al via una campagna oceanogarafica nell'Arcipelago toscano

Cronaca

Firenze, 2 mag. - (Adnkronos) - Quanto sono profonde, quanto si muovono, quale natura biologica e chimica hanno e quanto sono inquinate le acque dell' Arcipelago Toscano. Ci dira' tutto MELBA/MOMAR, la campagna oceanografica condotta dai ricercatori del LaMMA che a bordo della nave francese l'Europe (che ospista ricercatori di div ersi paesi europei) da stasera resteranno nel Mediterraneo per tre settimane con l'obiettivo di lavorare alla misurazione dei parametri marini di natura biogeochimica e idrodinamica.

Per avere un identikit dettagliato del nostro arcipelago sara' fatta una taratura dei modelli scientifici delle correnti marine, saranno effettuati campionamenti sulle caratteristiche biologiche delle acque e carotaggi per monitorare l'inquinamento dei fondali. Il tutto in tre tappe, la prima nell'area Livorno-Capraia-Elba, mentre le altre due tramite un sommergibile autonomo tra la Corsica, le isole di Capraia e Pianosa, e la parte meridionale dell'Arcipelago.

L'iniziativa, che si inserisce nell'ambito del progetto di cooperazione transfrontaliera MOMAR (sistema integrato per il MOnit oraggio e il controllo dell'ambiente MARino) ed ha l'obiettivo principale di migliorare la conoscenza dell'ambiente marino nell'area dell'Arcipelago Toscano, e' stata illustrata stamani durante ''Non solo meteo'', la giornata di presentazione del Consorzio LaMMA e della sue attivita' che si e' svolta nella Sala Conferenze Area della Ricerca CNR a Sesto Fiorentino e alla quale ha partecipato l'assessore regionale all'ambiente e energia Anna Rita Bramerini. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog