Cerca

Camorra, arrestato il numero due dei Casalesi: si nascondeva a Casal di Principe

Cronaca

Napoli, 2 mag. - (Adnkronos/Ign) - Dopo sei anni, è finita la latitanza di Mario Caterino , ritenuto il numero due del clan dei Casalesi.

Con un blitz scattato nella tarda mattinata, una trentina di agenti della Squadra Mobile di Caserta ha arrestato il braccio destro di Francesco Schiavone detto 'Sandokan' che si nascondeva in un'abitazione di Casal di Principe, situata ad appena 500 metri dalla sezione distaccata della Squadra Mobile di Caserta. L'uomo che l'ospitava, Mario Della Corte, è stato arrestato per favoreggiamento.

Caterino detto ''a botta' ('la botta'), 54 anni, è stato trovato dagli agenti della squadra mobile di Caserta in un appartamento situato in via Toscanini a Casal di Principe. All'operazione hanno preso parte agenti il servizio centrale operativo e della Questura di Napoli. Dopo aver circondato la palazzina a due piani, gli agenti hanno sfondato la porta d'ingresso ed hanno arrestato Caterino.

L'operazione è stata condotta dai pm della Direzione distrettuale antimafia di Napoli coordinata dal procuratore Giovandomenico Lepore. Resta ancora in libertà Michele Zagaria, latitante da oltre 15 anni, ritenuto il numero uno della camorra casalese.

La cattura di Caterino è un ''successo straordinario'', ha commentato il ministro dell'Interno Roberto Maroni. Una cattura che ''stringe il cerchio intorno alla latitanza di Michele Zagaria''.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog