Cerca

Sciopero: Villa (Pdl), Cgil usa la piazza per bassa propaganda elettorale

Cronaca

Firenze, 2 mag. - (Adnkronos) - ''Ancora una volta la sinistra usa la piazza per fare della bassa propaganda elettorale, cosi' a fornire un aiuto alla sinistra a ridosso delle elezioni amministrative. Si tratta di accuse davanti alle quali non si puo' che sorridere a causa della tanta demagogia e del tanto desiderio di gettare fango sull'unico Governo che ha avuto il coraggio di cambiare lo status quo in molti settori della nostra Italia''. Lo afferma il consigliere regionale toscano del Pdl Tommaso Villa a proposito dello sciopero generale del 6 maggio proclamato dalla Cgil commentando le parole della Federazione dei lavoratori della Conoscenza (Flc) che suo sito internet scrive: ''Trentaquattro mesi di governo Berlusconi hanno impoverito il paese, depresso l'economia, aumentato la disoccupazione. La scure su scuola, universita' e ricerca colpisce il futuro dei giovani"

Commenta Villa: ''Fino ad oggi nessun Governo aveva avuto il coraggio di riformare radicalmente scuola e universita' basandosi su educazione, qualita' e meritocrazia. Nessuno a sinistra ha mai osato affrontare sindacati e professori sessantottini pur di mantenere un blocco di consensi ben preciso. Si e' preferito, a sinistra, tutelare le aree di consenso piuttosto che migliorare la vita e il futuro dei nostri giovani''.

''E dopo tutto questo saremmo noi del Pdl coloro che colpiscono i giovani? Che coraggio! La verita' e' che chi favorisce gli sprechi, le baronie, i fondi a pioggia senza raziocinio e' poi chi andra' in piazza chiedendo alla fin fine che tutto resti cosi com'e'. Il cambiamento non fa parte del dna della sinistra italiana'', conclude Villa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog