Cerca

Milano: Palmeri, con Moratti e De Corato sette moschee fuori da regole

Cronaca

Milano, 2 mag. (Adnkronos) - ''Sul tema moschea e' fallimentare sia la posizione della Moratti, sia quella di Pisapia. Con la Moratti sindaco, e De Corato vice sindaco, ci sono gia' sette luoghi di culto fuori dalle regole e lei, invece di preoccuparsene, continua a ripetere la cantilena 'nessuna moschea a Milano'. Dimentica, o fa finta di dimenticare, di aggiungere 'di diritto' perche', come sanno bene i cittadini, a partire da quelli di viale Jenner, che ne subiscono quotidianamente le conseguenze, esistono eccome moschee e centri religiosi di fatto e fuorilegge". Lo ha detto Manfredi Palmeri, candidato Sindaco di Milano, incontrando in via Meda i rappresentanti della Comunita' religiosa islamica italiana-Coreis.

"D'altro canto -continua- Pisapia sbaglia a non porsi neppure la domanda di chi debbano essere in concreto i legittimi specifici interlocutori, che devono rispettare Milano e i milanesi, le norme urbanistiche, le leggi dello Stato. Sbaglia inoltre perche' non si rende conto dei tanti problemi che una generica, nuova grande moschea porterebbe nella nostra citta'''.

''Diciamo quindi ai milanesi che con la Moratti crescono le moschee fuorilegge, con Pisapia viene edificata una grande moschea, e con noi invece si scrivono le norme e si identificano gli interlocutori, che devono essere in regola. Milano vuole ordine e responsabilita', non i finti proclami della Moratti ne' le corsie preferenziali di Pisapia'', conclude.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog