Cerca

Diritti tv: udienza Mediatrade rinviata al 30 maggio

Cronaca

Milano, 2 mag. (Adnkronos) - E' stata aggiornata al 30 maggio l'udienza preliminare su Mediatrade, l'ultimo dei capitoli di indagine sui diritti tv avviati dalla Procura di Milano. Nell'udienza di oggi, iniziata poco prima delle 10, si e' presentato il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi accusato in questo procedimento di frode fiscale e appropriazione indebita. Per la prima volta dopo 8 anni il premier ha preso la parola nell'aula a porte chiuse per brevi dichiarazioni spontanee, per spiegare i meccanismi di compravendita dei diritti televisivi sui mercati internazionali e per delineare il ruolo e l'importanza, in questo settore, degli intermediatori.

In giornata hanno preso la parola anche i difensori del banchiere Paolo Del Bue, di Frank Agrama, di Gabriella Ballabio, e di due cittadini di Hong Kong, Paddy Chan e Catherine Hsu Chun. Per la discussione mancano ancora all'appello 7 posizioni tra le quali quelle di Silvio e Pier Silvio Berlusconi e del presidente di Mediaset Fedele Confalonieri. Una lunga scaletta di interventi che rendera' probabilmente necessaria la fissazione di una ulteriore udienza oltre al 30 maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog