Cerca

Sanita': muore e nessuno avverte i parenti, il caso al S.Matteo Pavia (2)

Cronaca

(Adnkronos/Adnkronos Salute) - Angelo Ferrari abitava a Pavia e faceva l'agricoltore. Il 20 marzo aveva subito un intervento per un aneurisma aortico. L'operazione era andata bene, l'uomo era stato dimesso ed era in riabilitazione, ma poi si era sentito ancora male e due sabati fa era tornato in ospedale. Rioperandolo i medici del San Matteo avevano scoperto una necrosi all'intestino, e da allora il paziente non si era piu' svegliato. Venerdi' mattina aveva avuto una crisi, i parenti erano stati avvertiti ed erano corsi in Rianimazione. "Capivamo che la situazione era grave, ma nessuno ci diceva niente. E quando ce ne siamo andate era ancora vivo", precisa la figlia.

"Quando sabato pomeriggio siamo andati a trovarlo, come ogni giorno da quando aveva subito l'intervento - continua la donna - non abbiamo trovato appesi al solito posto camice e mascherina per entrare nella stanza. Gli infermieri che hanno visto arrivare me e mia madre sono andati a chiamare il medico di turno. Quando e' arrivato, ci ha detto che si erano dimenticati di avvisarci, che c'era stato un problema di comunicazione". Maria Alessandra sostiene che i sanitari "non si sono nemmeno scusati, non ci hanno detto nulla". (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog