Cerca

Sanita': muore e nessuno avverte i parenti, il caso al S.Matteo Pavia

Cronaca

Milano, 3 mag. (Adnkronos/Adnkronos Salute) - Era ricoverato in coma nel Reparto di rianimazione del Policlinico San Matteo di Pavia. Moglie e figlia andavano a trovarlo ogni giorno, ma sabato Angelo Ferrari, 80 anni, non c'era piu'. "Era morto il giorno prima, ma nessuno ci ha avvisate", racconta la figlia Maria Alessandra. L'anziano era deceduto venerdi' intorno alle 18.30, poco dopo l'ultima visita dei familiari. Ma i parenti hanno saputo del decesso solo l'indomani alle 18 durante l'orario delle visite, e fino a domenica mattina non hanno potuto vedere il corpo del proprio caro perche' la camera mortuaria chiudeva alle 17.30.

Sul caso, oggi in apertura sul quotidiano 'La Provincia Pavese', l'ospedale ha gia' avviato un'inchiesta interna. "Chi ha sbagliato adesso paghera'", promettono i vertici dell'Irccs lombardo. "Le indagini sono gia' partite e saranno chiuse velocemente, entro fine settimana ma speriamo anche prima, perche' e' ferma intenzione dell'ospedale fare in modo che chi ha sbagliato paghi", confermano e ribadiscono dal San Matteo all'Adnkronos Salute. (segue)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog