Cerca

Trasporto locale: Filt Cgil, assistenza a pendolari ora la faranno portinai

Economia

Milano, 3 mag. - (Adnkronos) - Al via un presidio permanente in piazza della Repubblica a Milano da parte di 23 lavoratori del passante ferroviario, adibiti al pronto intervento in caso di necessita' dei viaggiatori pendolari. Insieme a loro delegazioni di Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt Uil. A questi 23 lavoratori e' stato comunicato, spiega la Cgil, che a partire dal 16 maggio perderanno il loro posto di lavoro e verranno sostituiti da altri lavoratori con il contratto dei portinai, "privi quindi - chiarisce il sindacato - della necessaria formazione che i lavoratori licenziati hanno acquisito nel corso del tempo e che gli consente di svolgere il proprio lavoro".

Infatti la societa' per la quale lavorano ha perso la gara d'appalto lanciata da Rfi (Rete Ferroviaria Italiana). La societa' subentrante, aggiunge la Cgil, ha garantito all'azienda un risparmio del 57%, fuori misura per il tipo di servizio che questi lavoratori svolgono ma raggiungibile solamente se al posto dei 23 lavoratori formati verranno impiegati generici portinai.

"Un danno - recita il volantino in distribuzione da questa mattina - ai lavoratori e ai viaggiatori pendolari". "Stiamo valutando le prossime iniziative di mobilitazione - dice Nino Cortorillo, segretario generale Filt Cgil Lombardia - a partire da oggi questi lavoratori non garantiranno piu' le ore straordinarie che davano la possibilita' ad Rfi di tenere aperte le stazioni. Se a fine turno i lavoratori non avranno il cambio da parte di personale inviato da Rfi metteranno in sicurezza le stazioni e chiuderanno i cancelli".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog